Il consiglio di Virginia / El consejo de Virginia

Se camminando per le strade di una qualsiasi città, vedete una donna ben vestita, ma con lo sguardo perso, ecco quella potrei essere io.

Mi capita spesso quando vado a passeggio di perdermi nei miei pensieri, e non vedo ciò che mi circonda, o per meglio dire, lo vedo a metà.

Credo sia il mio modo di sfuggire alla quotidianità.

Io non ho “una stanza tutta per me “, come aveva Virginia Woolf, fortunatamente ho letto alcuni dei suoi libri, da allora ho deciso che le strade, tutte, quando avrei avuto bisogno di pensare, sarebbero diventate la mia stanza personale, ed così faccio ormai da tempo.

Perché io non sono forte, mai stata! E ho terribilmente bisogno di un po’ di solitudine, anche in mezzo alla gente… Naturalmente non esco tutti i giorni a riflettere, girovagando senza meta.

Ho comunque trovato il modo di ritagliarmi il mio spazio.

La sera quando tutti vanno a dormire, io rimango due ore da sola, quasi sempre a leggere, sottolineando tutto quello che mi colpisce in un libro. Potrei anche stare benissimo al computer,  ad ascoltare musica, o a guardare un film ( no, questa non sono io ), gli spazi e le cose da fare sono infinite!.

Anni fa andavo da una psicologa, ne uscivo disperata ogni volta: piangevo, mi sfogavo, il giorno dopo mi sentivo già meglio. E così col passare del tempo, ho ritrovato la serenità; e adesso percorro le strade affollate immersa nelle mie meditazioni…

No, non sono matta! Sono soltanto una donna che ha capito che prima di chiunque altro al mondo, devo stare bene io, e se per stare bene devo camminare, allora continuerò a farlo, se non altro dimagrisco!

Si caminando por las calles de una ciudad cualquiera, ven a una mujer bien vestida y con la mirada perdida, esa podrìa ser yo.

Me sucede seguido cuando voy a pasear de perderme en mis pensamientos, y no veo lo que me rodea, o mejor dicho lo veo a mitad.

Creo que es mi modo de escaparme de la cotidianidad.

Yo no tengo ” un cuarto todo par mì “, como tenìa Virginia Woolf, afortunadamente he leìdo muchos libros suyos, desde entonces decidì que las calles, todas, se iban a convertir en mi cuarto personal, y asì hago ya desde tiempo.

Porque yo no soy fuerte, nunca lo fui! Y necesito terriblemente un poco de soledad, aunque sea en medio a la gente… Naturalmente no salgo todos lo dìas a reflexionar, dando vueltas sin meta.

Igual encontrè el modo de recortarme un espacio todo para mì.

A la noche cuando todos se van a dormir, yo me quedo sola dos horas, casi siempre a leer, subrayando todo lo que me toca en un libro. Pero podrìa tambièn estar a la computadora, o a escuchar mùsica, o a mirar una pelìcula ( no, esa non soy yo ), hay infinidades de cosas para hacer!

Años atràs iba de una psicòloga, salìa deseperada cada vez: lloraba, me desahogaba, y al dìa despuès me sentìa mejor. Asì con el pasar del tiempo encontrè de nuevo mi serenidad; y ahora voy por las calles, concentrada en mis pensamientos.

No, no soy loca! Soy sòlo una mujer que entendiò que antes de cualquier otro al mundo, tengo que estar bien yo, y si para estar bien tengo que caminar, entonces lo voy a seguir haciendo, si no sirve, al menos adelgazo!

Annunci

6 pensieri su “Il consiglio di Virginia / El consejo de Virginia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...