Vivere/ Vivir

Essere se stessi significa denudarsi di tutto.

Dalle proprie paure, dalle angosce, dei momenti di gioia.

Dare.

Bisogna aprirsi… Solo che quando ti apri; inevitabilmente lasci entrare o uscire qualcosa di te: può essere una persona, un ricordo, un momento.

Ci si espone a nuovi dolori, ma anche a gioie.

Può essere bello se si ha la consapevolezza di ciò che si sta facendo.

Ed è la cosa giusta da fare quando si concretizza in te la voglia di continuare.

download (5)

Ser nosotros mismos significa desnudarse de todo.

De los propios miedos, de las angustias, de los momentos de alegrìa.

Dar.

En la vida se necesita abrirse… Solo que cuando te abrìs, inevitablemente dejàs entrar o salir algo de vos: puede ser una persona, un recuerdo, un momento.

Nos exponemos a nuevos dolores, pero tambièn a alegrìas.

Puede ser una cosa linda, si se tiene la seguridad de lo que se està haciendo.

Y es seguramente la cosa justa de hacer cuando realizàs en vos que tenès ganas de continuar.

cooltext1922558938

Basta!

C’è la maledetta depressione che bussa alla mia porta.

So che è lei.

Mi nascondo come una bestia, faccio finta di non sentire il continuo toc-toc; sono di nuovo io! La sento urlare da fuori…

Si, arriva così puntuale, con qualunque stagione, a qualunque ora. L’unica che non si scorda mai di farti visita.

In tanto io resisto, in silenzio, non le faccio sentire i miei passi, resto immobile.

Ma le lacrime iniziano a scendere piano, scorrono una dopo l’altra. Il pianto a questo punto è inevitabile. E mi cola anche il naso e divento rossa.

Mi riprendo e mi trattengo. Voglio farle capire che questa volta ha bussato alla porta sbagliata.

Ho avuto il mio momento di debolezza, e mi sono ripresa. Sto bene adesso.

Puoi andartene ora! Questa volta ho vinto io, sono stata più forte!?

Vorrei che sentisse cosa ho pensato. Ma ho anche paura che riuscirebbe a spalancare la porta.

Taccio.

download (4)

Està la maldita depresiòn que golpea a mi puerta.

Sè que es ella.

Me escondo como un animal, hago de cuenta de no escuchar el continuo toc-toc; soy yo de nuevo! La siento que grita desde afuera…

Sì, llega asì de puntual, con cualquier estaciòn, a cualquier hora. La ùnica que no se olvida nunca de venirte a visitar.

Mientras tanto yo resisto, en silencio, no le hago sentir mis pasos, me quedo inmòvil.

Pero las làgrimas empiezan a deslizarse despacio, una detràs de la otra. El llanto a èste punto es inevitable. Me chorrea tambièn la nariz y tengo la cara roja.

Me establezco y respiro. Quiero hacerle entender que èsta vez golpeò a la puerta equivocada.

He tenido mi momento de debilidad y lo superè. Me siento mejor.

Podès irte ahora! Esta vez ganè yo, fui màs fuerte!?

Quisiera que escuchara lo que pensè. Pero al mismo tiempo tengo miedo que tire abajo la puerta.

Callo.

cooltext1922558938

Abbraccio/ Abrazo

Si conoscevano fin dall’infanzia.

Cristian però non era mai stato chiaro con Francesca.

Quando parlavano e lei guardava dentro i suoi profondi occhi celesti, avvertiva nel suo sguardo che c’era qualcosa di non detto.

Ma non osava chiederli niente.

A volte capitava che passassero delle ore a parlare del passato, di come erano sempre andati talmente d’accordo.

Perché adesso l’attanagliava questo dubbio? Possibile che il suo Cristian avesse dei segreti per lei?

Fortunatamente subito dimenticava.

Era piacevole da ragazzo e adesso alla soglia dei trenta lo era ancor di più.

Continuava a essere spiritoso, sicuro di sé. Tutte caratteristiche che a lei mancavano.

Non si era mai sposato, benché le opportunità non gli fossero mancate. Nel privato era un po’ riservato.

Francesca invece sì: aveva anche due splendide gemelline.

Per cose della vita o semplicemente per caso, avevano sempre mantenuto viva la loro amicizia.

Si trovavano una volta a settimana. Il loro era un’appuntamento fisso.

Se per strani motivi uno dei due non poteva, immancabilmente avvertiva l’altro, e rimandavano.

Chiunque gli avessi visto insieme, gli avrebbe sicuramente scambiato per amanti.

In un certo senso lo erano.

Si: l’uno soffriva la solitudine dell’altro. Semplicemente si completavano.

Si erano necessari.

Non c’era mai stato niente fra di loro, neanche in tenera età.

Facevano parte di uno dei rari casi che la vita ti piazza davanti.

Solo che adesso lei pativa questo dubbio. Sentiva che qualcosa era cambiato in lui.

Visto che non si decideva a domandarglielo, fu lui a rompere il silenzio.

” Sono malato, preferisco partire, conoscere il mondo. Sei stata un’ottima amica, la migliore, l’unica.”

Per un momento lei si ammutolì, ma ben presto capì che il suo cuore era sincero, che quel che diceva era la maledetta verità, e che disgraziatamente non poteva fare niente.

Si abbracciarono in un abbraccio infinito e si salutarono, forse per sempre.

download (3)

Se conocìan desde la infancia.

Cristian a veces no solìa ser claro con Francisca.

Cuando conversaban y ella lo miraba en sus profundos ojos celestes, advertìa que en su mirada habìa algo de no dicho.

Pero no se animaba a preguntarle nada.

A veces sucedìa que se quedaban horas hablando del pasado, de como habìan ido siempre de acuerdo.

Por qué ahora la oprimìa èsta duda? Posible que su Cristian tenga secretos para ella?

Afortunadamente enseguida se olvidaba.

Era agradable de joven; y ahora al borde de los treinta aùn màs.

Continuaba a ser gracioso, seguro de sì mismo. Todas caracterìsticas que a ella le faltaban.

No se habìa casado nunca, aunque si las oportunidades no le faltaron. En el privado era un poco reservado.

Francisca en cambio si: tenìa tambièn dos esplèndidas gemelas.

Por cosas de la vida o simplemente por caso,habìan mantenido siempre viva la amistad.

Se encontraban una vez a la semana. Una cita fija.

Si por algùn motivo uno de los dos no podìa, infaltablemente avisaba al otro y postergaban.

Cualquiera que los hubiese visto juntos, los cambiaba por amantes.

En un cierto sentido lo eran.

Si: cada uno sufrìa la soledad del otro. Simplemente se completaban.

Se necesitaban.

Nunca habìa pasado nada entre ellos, ni siquiera cuando eran chicos.

Formaban parte de uno de esos raros casos que la vida te pone adelante.

Solo que ella ahora sufrìa èsta duda. Sentìa que algo habìa cambiado en èl.

Si como no se animaba a preguntarselo, fue èl a romper el silencio.

” Estoy enfermo, prefiero partir, conocer el mundo. Fuiste una optima amiga, la mejor, la ùnica”.

Por un momento ella se enmudeciò, pero entendiò bien ràpido que su corazòn era sincero, que lo que le decìa era la maldita verdad, y que desgraciadamente no podìa hacer nada.

Se abrazaron en un abrazo infinito y se saludaron, quizàs para siempre.

cooltext1922558938

Parole di grandi donne/ Palabras de grandes mujeres

Tieni presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni…

Però ciò che è importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non hanno età. ( Madre Teresa di Calcutta )

Tenè presente que en la piel se forman arrugas, el cabello se vuelve blanco, los dìas se transforman en años…

Pero lo que es verdaderamente importante no cambia; tu fuerza y tu convicciòn no tienen edad. ( Madre Teresa de Calcutta ) 

madre_teresa4_adn--400x300

Non c’è cancello, nessuna serratura, nessun bullone che potete regolare sulla libertà della mia mente. ( Virginia Woolf )

No hay portòn, ninguna serradura, ningùn bulòn que puedan regular la libertad de mi mente. ( Virginia Woolf )

Ho avuto un istante di grande pace. Forse è questa la felicità. ( Virginia Woolf )

Tuve un instante de grande paz. A lo mejor es èsta la felicidad. ( Virginia Woolf )

Virginia-Woolf Virginia Woolf

Non si nasce donne: si diventa. ( Simone di Beauvoir )

No se nace mujeres: se aprende a serlo. ( Simone de Beauvoir )

Esistere è osare gettarsi nel mondo. ( Simone di Beauvoir )

Existir es tener coraje de estar en el mundo. ( Simone de Beauvoir )

Simone de Beauvoir

La speranza è qualcosa con le ali, che dimora nell’anima e canta la melodia senza parole, e non si ferma mai. ( Emily Dickinson )

La esperanza es algo con alas, che vive en el ànima y que canta una melodia sin palabras, y no se arresta nunca. ( Emily Dickinson )

images (3)

Momenti/ Momentos

I raggi del sole che accarezzano la pelle.

Le voci allegri dei bambini che giocano all’aperto.

La meraviglia del paesaggio.

Le giornate che diventano sempre più belle e più lunghe.

La natura che non smette di sorprendere.

Sono i piccoli ma intensi momenti che fanno la felicità.

Il weekend è alle porte: la famiglia insieme.

E tempo di musei, di lunghe passeggiate.

Di incontro con gli amici.

E tempo di staccare, e tempo di sognare.

andar-en-bicicleta--vintage-postal_23-2147504332

Los rayos del sol que te acarician la piel.

Las voces alegres de los niños que juegan afuera.

El maravilloso paisaje.

Los dìas que se vuelven siempre màs hermosos y màs largos.

La naturaleza que no deja de sorprenderte.

Son los pequeños e intensos momentos que hacen la felicidad.

El fin de semana golpea a la puerta: la familia reunida.

Es tiempo de museos, de paseos.

De encuentro con los amigos.

Es tiempo de desenchufarse, es tiempo de soñar.

cooltext1922558938

P.S: Para los amigos argentinos; tengan presente que èsto lo escribì pensando al dìa hermoso que hace hoy en èsta parte de Italia donde me encuentro yo.

Estoy profundamente dolida por el modo triste con el cual siempre la naturaleza sorprendiò nuestro paìs.

Con el corazòn estoy cerquita.

Insicurezza/ Inseguridad

Quando qualcuno ti vuole sminuire, non può che fermarti dicendoti: ” Non hai capito bene”.

Sapete quanti non hai capito bene ho sentito nella mia vita? Tanti. E sapete indizio di cosa sono? Di insicurezza.

Si, per no aver fatto tutto quando si aveva l’occasione, per aver trascurato, per aver dato per scontato.

Per scontato cosa? In primo luogo l’essere umano, che non è una medaglia da contendersi mai! E una persona con sentimenti e cuore.

L’essere umano dovrebbe sempre e comunque essere il centro di ogni battaglia a fin di bene; e non un semplice oggetto.

Altrimenti che cosa ci stiamo a fare? Pensate forse che vivremo in eterno e ci verrà risparmiato tutto? Io credo di no.

Buon cammino a chi crede ancora di doverlo percorrere; e a chi si sente già arrivato: Buona permanenza.

images (23)

Cuando alguien te quiere disminuir, no puede que hacerte callar dicièndote: ” No entendiste bien “.

Sabès cuàntos no entendì bien sentì en mi vida? Y saben que significan para mì? Inseguridad.

Sì, por no haber actuado para todos cuando se tuvo la ocasiòn, por haber transcurado y por haber descontado.

Descontado que? En primer lugar: el ser humano, que no es una medalla para colgarse al cuello. Es una persona con sentimientos y corazòn.

El ser humano tendrìa siempre que estar al centro de cada batalla a fin de bien.

Si no para que estamos acà? Piensan acaso que vivremos en eterno y les van a descontar todo? Yo creo que no.

Buen camino a quien cree todavìa que tiene mucho por recorrer y buena permanencia a quien cree que ya llegò.

cooltext1922558938

Scoprendosi/ Descubriendose

Taceva, stanca di replicare sceglieva il silenzio.

Il silenzio che non è mai scontato; che aiuta, fa crescere e riflettere.

Proprio nel silenzio e nella solitudine aveva imparato a vivere in pace.

Quella tranquillità a lungo perseguitata era arrivata all’improvviso .

All’inizio non la prese bene, si fece mille domande, non trovò mai la risposta.

Erano importanti? Lì per lì. Il tempo è guaritore e maestro di vita.

Troppo abituata al rumore di chi ti cerca in caso di necessità; e di colpo il vuoto. Lo strumento non serviva più.

Nella sua testa rimbombava soltanto l’eco della sua voce.

Contrariamente a quello che si può pensare e ai dispiaceri iniziali, la sua vita cambiò. In meglio.

La necessità di scoprirsi si accentuò sempre di più.

In principio vedeva solo un’immagine allo specchio che pensava di conoscere, con sua grande sorpresa scoprì che non era così.

Non si era mai guardata veramente, non dentro, dove risiede la vera bellezza.

Avendo a disposizione più tempo libero si dedicò per la prima volta a se stessa. Senza il peso di inutili critiche, false amicizie, e pesanti rancori che spesso non conducevano da nessuna parte.

Il tanto atteso momento non stava nel passato e nemmeno nel futuro. La vita  si componeva di ora, fai tutto “ORA”.

images (4)

Callaba, cansada de replicar, elegìa el silencio.

El silencio que non es nunca descontado, que ayuda a crecer y a reflexionar.

Justamente en el silencio y en la soledad habìa aprendido a vivir en paz.

Esa tranquilidad por tanto tiempo perseguida habìa llegado improvisamente.

Al principio, no lo tomò bien, se hizo miles de preguntas, sin encontrar respuestas.

Eran importantes? En ese instante sì. El tiempo es sanador y maestro de vida.

Demasiado acostumbrada al ruido de quièn te busca en caso de necesidad… De pronto el vacìo.

En su cabeza se sentìa solamente el eco de su voz.

Contrariamente a lo que se puede pensar y a los malos momentos pasados inicialmente, su vida cambiò. Mejorò.

La necesidad de descubrirse se acentuò siempre màs.

Al principio veìa solo una imàgen en el espejo que pensaba de conocer; con grande sorpresa descubriò que no era asì.

Nunca se habìa observado de verdad, no por adentro que es allì donde vive la belleza.

Teniendo a disposiciòn màs tiempo libre se dedicò por primera vez a ella misma.

Sin el peso de inùtiles crìticas, falsas amistades y pesados rencores que no conducìan a ningùn lado.

El tan esperado momento no se encontraba en el pasado y tampoco en el futuro. La vida se componìa de ahora, hacè todo “AHORA”.

cooltext1922558938