Il patio / El patio

Seduta nell’ombra illuminante del primo mattino, sorseggiava tranquilla il suo caffè.

L’ora migliore per godere del patio: l’aria fresca, limpida e il profumo intenso delle rose inglesi.

L’estate la stagione per eccellenza.

Dopo aver bagnato i fiori, curato i limoni e raccolto le verdure per il pranzo; sedersi in una delle panchine di ferro battuto comportava un momento di relax irrinunciabile.

Le idee si accendevano come per incantesimo in quella sognata cornice, e la mente vagava in posti lontani, a volte sconosciuti, a volte solo immaginari.

Prendeva un libro a caso e iniziava a leggerlo, si lasciava trasportare dalle parole, pensava a lui e poi ritornava con la vista distratta alla pagina, saltava qualche riga, ma non aveva importanza.

Sapeva che da lì a un’ora più o meno, i colori sarebbero cambiati, il rilassante silenzio scomparso, e la frenesia della vita avrebbe preso il suo posto.

Ma ora nella solitudine di quel patio c’era lei, le formiche, gli uccelli, il cestino con i limoni, i mobili da giardino, il suo libro e la tazza da caffè poggiata sul tavolino.

Tutto questo la rendeva immensamente felice, sarebbe rimasta un altro po’.

Aveva tutto quello che desiderava: uno spazio dove dare libero sfogo alla mente, dove far fluire i pensieri, il suo posto, la sua vita, il suo amato patio.

1messely7.jpg

Sentada a la sombra por la mañana temprano, sorbìa tranquila su cafè.

La hora mejor para gozar del patio: el aire fresco, lìmpido y el perfume intenso de las rosas ingleses.

El verano: la estaciòn por excelencia.

Despuès de haber regado las flores, curado los limones y juntado la verdura para el almuerzo, sentarse en uno de los bancos de hierro era un momento del dìa de absoluto relax, irrenunciable..

Las ideas afloraban como por encanto y la mente vagabundeaba en lugares lejanos, a veces desconocidos, otros imaginarios.

Agarraba un libro cualquiera y empezaba a leerlo, se dejaba transportar por la palabras, pensaba a èl y luego volvìa a la pàgina, saltaba algunas lìneas, pero no era importante.

Sabìa que de ahì a una hora màs o menos, los colores habrìan cambiado, y la vida frenètica recomenzado como cada dìa.

Pero ahora en la soledad del patio estaba sòlo ella, las hormigas, los pàjaros, el cesto con los limones, los muebles del jardìn; el libro y la taza de cafè apoyada sobre la mesa.

Todo eso la rendìa inmensamente feliz. Se habrìa quedado otro rato màs.

Poseìa todo lo que deseaba: un espacio dònde liberar la mente, donde hacer fluìr los pensamientos, su lugar, su vida, su amado patio.

cooltext1922558938

Annunci

12 pensieri su “Il patio / El patio

    • Ciao Guido che l’estate sia la mia stagione, non ci sono dubbi, riesco a godermela anche quando piove. Comunque il patio io c’è l’ho e lo uso tantissimo, nelle giornate di sole si può dire che vivo fuori, entro solo quando necessario. L’immagine rappresenta molto l’ideale di patio che mi piacerebbe, il mio è molto più grande, quindi anche più costoso se lo volessi far diventare così. Di sogni si vive anche… 😉

      Liked by 1 persona

  1. Complimenti, un bellissimo post!
    Hai descritto alla perfezione la qualità di un momento che conosco bene, quello spazio vitale e rilassato in cui lasciar fluire i pensieri, con lo sguardo che dalla pagina si sposta al panorama inondato di sole. Come se il tempo fosse infinito, come se non ci fosse un domani.

    Liked by 3 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...