Torta ciocco-caffè / Torta choco-cafè

Immaginatevi comodamente seduti attorno al tavolo di casa vostra, con una tavola apparecchiata a regola d’arte: le tazze per il caffè o il tè, e al centro un bel mazzo di fiori freschi. Manca qualcosa vero?

Ora chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dall’invitante profumo di una semplice quanto deliziosa torta di cioccolato e caffè.

Ricetta:

Ingredienti:

200 g di farina integrale

50 g di cioccolato fondente 70 per cento

3 uova

100 ml di olio di girasole

70 ml di caffè non zuccherato ( dalla moka )

150 g di zucchero di canna

1 bustina di lievito

Procedimento:

Lavorare con lo sbattitore lo zucchero con le uova finché diventano schiumose, aggiungere un po’ alla volta la farina e il lievito, man mano che serve incorporare anche l’olio e il caffè. Quando tutti gli ingredienti saranno perfettamente miscelati, trasferire il composto in una tortiera a forma di ciambella.

Infornare a 180 gradi per 30 / 35′ a seconda dal forno.

Lasciare  raffreddare, a piacere spolverare con zucchero a velo.

Ideale per una colazione sana e gustosa! 😉

20180129_161405.jpg

Foto personale

Imaginense comodamente sentados alrededor de la mesa de vuestra casa, con una mesa preparada a regla de arte, con las tazas para el cafè o el tè, la frutta fresca y un hermoso ramo de flores frescas al centro. Falta algo verdad?

Dèjense transportar del aroma irresistible de una torta simple y deliziosa torta al chocolate y caffè.

Receta

Ingredientes:

200 gr. de harina integral

50 gr. de chocolate fondente 70 por ciento

3 huevos

100 ml de aceite de girasol

70 ml de cafè sin azùcar ( de cafetera )

150 gr. de azùcar de caña

1 sobrecito de levadura para dulces

Procedimiento:

Con la batidora , batir los huevos con el azùcar hasta que se vuelve espumoso, agregar un poco a la vez la harina y la levadura, y mano a mano que se necesita el aceite y el cafè. Cuando todos los ingredientes resultan mezclados perfectamente , trasferir el compuesto obtenido en un molde de torta.

Hornear a 180 grados por unos 30/35′ a segùn del horno.

Dejar enfriar, si desean decorar con azùcar impalpable.

Ideal para un desayuno sano y gustoso.

Vanina Rodrigo

 

Pensieri

Come mi sento oggi?

Oggi voi signori fate finta che io sia al massimo del mio splendore, non abbiate paura di lodare la mia bellezza, ormai ho un’età in cui i complimenti non mi fanno più arrossire, anzi!

Credete a me quando vi dico che sto bene ed in uno stato di piena consapevolezza. Dubitate? Non dovresti, lo sapete bene che sono assai schietta, se una cosa non va ve la direi, non trovate? E poi… perché dovrei essere triste o amareggiata ? Non vi ho per caso detto che ho comprato dei fiori oggi? Credo che li farò sistemare lì, al centro del tavolo: oh sì, sono splendenti! Lo vedete anche voi, stanno proprio bene, come me.

Ma passiamo ad altro, piuttosto ditemi le vostre impressioni. Che ne pensate di questa nuova arte a cui tutte le ragazze si vogliono dedicare? ” Moda ” credo che si chiami? E poi non sanno neanche suonare il pianoforte, non vi pare una cosa assurda? Si, lo immaginavo: inaccettabile .

580ff275214e7ce7cc8d972bea4be687.jpg

Immagine da Pinterest

Vanina Rodrigo

 

Un posto / Un lugar

Esiste un posto

dove mi sento più al sicuro

che in qualunque altro posto.

Non è lussuoso,

non è pretenzioso,

anzi e lì

che fuggo

quando sto male

e sento un nodo

alla gola

e le lacrime raffiorano

anche se non sono state chiamate.

Esiste una vita

che per quanto uno cerchi di spiegare

di spiegazioni non ne ha,

e così tutto inizia a crollare

e quello che fino a ieri era sicurezza

oggi non lo è più.

Non porto niente con me

se non la mia marezza,

i miei respiri profondi

la mia delicatezza

nel andarmene.

Esiste un posto

dal quale io

resto immobile

a guardare dalla finestra.

DSC_0104.JPG

Immagine personale

Existe un lugar

en el cuàl me siento màs protegida

que en calquier otro lugar.

No es lujoso,

no es pretencioso,

es màs, es ahì donde escapo

cuando estoy mal

y siento un nudo a la garganta

y las làgrimas empiezan a florecer

aunque si no fueron llamadas.

Existe una vida

que por cuànto uno busque de explicar

explicaciones no tiene,

y asì todo empieza

a caerse

y lo que hasta ayer eran seguridades

hoy ya no lo son.

No llevo nada conmigo

sino mi amargura,

mis respiros profundos

mi delicadez

en el irme.

Existe un lugar

desde el cuàl

yo me quedo paralizada

a mirar por la ventana.

Vanina Rodrigo

 

 

 

Non è domenica / No es domingo

Non è domenica se non vedi tutta la famiglia in casa, il tempo scorrere lento, la preparazione della pasta e i dolci fatti in casa.

Se non indossi il tuo abito da festa per andare a messa.

Se non ti affacci alla finestra in attesa di vedere uscire quel sole timido e debole tipico di gennaio, che ti permette però di programmare una camminata.

Non è domenica se non fai queste cose, o solo alcune o tutte.

Se per un giorno non ti rilassi.

Non è domenica se non hai pensato al divano, ad un film alla televisione, o ad ascoltare musica.

Non è domenica solo se tu non vuoi che lo sia!

c98152bb6c0274dc6582da6862103163

Immagine da Pinterest

No es domingo si no ves toda la familia reunida en casa, el tiempo deslizarse lentamente, la preparaciòn de la pasta fresca y los postres caseros.

Si no luces tu vestido de fiesta para ir a misa.

Si no te asomas a la ventana en espera de ver salir ese tìmido y dèbil sol tìpico de enero, que te permite de organizar una tarde de caminada.

No es domingo si non haces èstas cosas, o sòlo algunas o todas.

Si por un dìa no te relajas .

No es domingo si no has pensado al sofà y a una pelìcula en televisiòn, o a escuchar mùsica, o a la lectura de un libro.

No es domingo, sòlo si tù non quieres que lo sea!

Vanina Rodrigo

 

Come il caffè / Como el cafè

Occhi marroni

profondi, sinceri

che hanno visto orizzonti

in posti lontani

che mai avrebbero

saputo

di quanto duole l’amore

una volta perduto.

Intensi e malinconici

pungenti, stregoni.

Occhi marroni

come il caffè.

1a735c790825ff7160e979e740bae53c

Immagine da Pinterest

Ojos marrones

profundos, sinceros

que vieron horizontes

en lugares lejanos

que nunca habrìan sabido

de cuànto duele el amor

una vez perdido.

Intensos y malincònicos

agresivos, encantadores.

Ojos marrones

como el cafè.

Vanina Rodrigo

 

Schiacciatina di cavolfiore / Torta de coliflor

” E’ una storia d’amore la cucina. Bisogna innamorarsi dei prodotti e poi delle persone che cucinano “. ( Alain Ducasse )

Ingredienti:

1 cavolfiore ( medio )

2 uova

2 zucchine

1 mozzarella

sale

curcuma

noce moscata

Procedimento:

Passare nel robot da cucina il cavolfiore  crudo, grattugiare due zucchine e una mozzarella e unirle. Aggiungere due uova e i condimenti a seconda dei propri gusti.

Infornare a 200° per 30′.

 

20180110_125829.jpg

Foto personale

” Es una historia de amor la cocina. Se necesita enomorarse de los productos y despuès de las personas que cocinan .” ( Alain Ducasse )

Ingredientes:

1 coliflor ( mediano )

2 huevos

2 zucchinis

1 mozzarella

sal

cùrcuma

nuez moscada

Procedimiento:

Pasan por el procesador de cocina el coliflor crudo, le rallan dos zucchinis y una mozzarella. Unen ahora los dos huevos y agregan los condimentos a su propio gusto.

Hornear a 200° por unos 30′.

Vanina Rodrigo

 

 

Sul marciapiede / En la vereda

E ora taciamo, non parliamone più

il tempo deciderà

se tutto è stato verità o menzogna

sogno o incubo.

Godiamo di questo istante

seduti qui sul marciapiedi

a guardarci agli occhi

in questo pomeriggio

che non ne vuol sapere

di diventare sera.

9-sentados-al-cordc3b3n-de-la-vereda.jpg

Immagine dal web

Ya callèmosnos, no hablemos màs

el tiempo lo dirà

si fue verdad o mentira

un sueño o una pesadilla.

Gozemos de èste instante

de estar aquì, sentados en la vereda

miràndonos

en èsta tarde

que no quiere

saber de anochecer.

Vanina Rodrigo

 

Gennaio / Enero

Pomeriggio invernale come tanti altri, fuori inizia ad imbrunire presto e la voglia di stare all’aperto passa in secondo piano.

Gennaio è uno dei mesi duri da affrontare, dove il tempo sembra essersi rilassato, tutto nell’aria è quiete.

Il fuoco nel camino è l’unica cosa che arde veramente.

Fortuna che esistono i libri che ci alleggeriscono, si armonizzano così perfettamente con l’ambiente circostante, con i nostri pensieri.

Il profumo intenso del tè appartiene al pomeriggio, e quasi un dovere sorseggiarlo, e sarebbe scortese non approfittarne .

E da quel momento in poi seguiranno tre ore, quattro al massimo di assoluto niente, un girovagare per la casa, inventandosi faccende per occupare quel tempo che precede la cena, dove la famiglia si troverà di nuovo unita; e poi ogni uno tornerà ai propri interessi: chi alla televisione, chi ai libri, e nuovamente tisana e per i più coraggiosi un bicchiere di vino rosso, un ultima occhiata al cellulare, alla finestra, al tutto e al niente, in attesa che il sonno arrivi e così anche il domani.

Gennaio.

36460d01a4a291403ec35a091a57c6bd.jpg

Immagine da Pinterest

Tarde invernal como tantas otras, afuera empieza a oscurecer tan temprano y las ganas de estar al abierto se reducen pasando en segundo lugar,

Enero es uno de los meses màs duros de afrontar, donde el tiempo parece haberse relajado, todo en el aire es calma.

El fuego en el camino es la ùnica cosa que arde de verdad.

Afortunadamente existen los libros, que nos alivian, que se armonizan perfectamente con el ambiente que nos rodea, con los pensamientos que llegan.

El aroma intenso del tè es tìpico de la estaciòn, y es casi un deber beber, serìa poco gentil rechazar y no aprovechar.

Y desde ese momento en adelante seguiràn tres, màximo cuatro horas de absolutamente nada, un vagar por la casa, inventàndose tareas para ocupar el tiempo que precede la cena; donde toda la familia se encontrarà de nuevo unida, y luego cada uno retornarà a sus propios intereses; quièn a la televisiòn, quièn a los libros y nuevamente a una tisana caliente, y para los màs corajudos un vaso de vino tinto.

Una ùltima mirada a los celulares, desde la ventana al todo y a la nada, en espera que el sueño se presente y asì tambièn el mañana.

Enero.

Vanina Rodrigo

 

 

Lasagna di broccoli e noci

Le feste sono finite e quindi anche il periodo in cui si mangia tanto.

Ma quello non vuol dire che dobbiamo rinunciare al gusto! Si può mangiare in modo equilibrato e leggermente più sano.

Vi propongo oggi la ricetta delle “Lasagne di broccoli e noci “, un primo ricco di colori e sapori.

Preparazione:

Per la besciamella leggera:

10 g di farina ( 1 cucchiaio )

1 cucchiaio d’olio

250 ml di latte scremato ( potete utilizzare anche bevanda alla soia )

1 pizzico di sale

1 pizzico di noce moscata

Procedimento:

In un pentolino riscaldare appena l’olio a fuoco basso. Quando sarà pronto togliere dal fuoco e aggiungere poco a poco la farina e il latte, accertandovi che non si formino grumi.

Rimettere il pentolino sul fuoco a fiamma moderata e mescolate continuamente. Quando la besciamella inizia ad addensare, togliere dal fuoco, una volta raffreddata diventerà ancora più densa.

Aggiungere ora sale e noce moscata. Rimescolare.

Per la lasagna:

Mettere a bollire 500 g di broccoli puliti, a cottura pronta, scollare e tagliare a pezzetti.

Cospargere con besciamella una pirofila da forno, formare uno strato di lasagna ( io ho utilizzato quelle verdi all’uovo pronte ), potete sostituirle con pane carasau o una pasta fatta in casa integrale. Sopra mettette i broccoli, un po’ di parmigiano e altro formaggio a vostro gradimento ( anche qui esistono diverse scelte più leggere ), di nuovo besciamella e così via, fino a completare la  vostra lasagna. Nell’ultimo strato aggiungere i gherigli di noci.

Infornare a 200° per 25′ / 30′.

 

20180104_115319.jpg

Appena sfornata

20180104_115709.jpg

Pronta da mangiare

Vanina Rodrigo