La porta / La puerta

Dietro ad una porta

io vedo una opportunità

dietro la opportunità

qualche novità.

Lascia la neve cadere

la primavera tornerà.

23f6b6a5b2a872180faf32d1c72237d4.jpg

Immagine da Pinterest

Detràs de una puerta

yo veo una oportunidad

detràs de la oportunidad

alguna novedad.

Deja la nieve caer,

la primavera volverà!

Vanina Rodrigo

 

 

 

Cupcakes al cioccolato

Non riesco a immaginare niente di meglio per iniziare il lunedì, che fare colazione con i cupcakes al cioccolato!!!

Apprezzatissimi da grande e piccini, farciti con crema o zucchero a velo, o da soli, ottimi in ogni versione.

Ingredienti:

100 g di zucchero

2 uova

60 g di burro

200 g di farina 00

1/2 bustina di lievito

150 ml di latte

100 g di cioccolato fondente

Procedimento

Lavorare le uova e lo zucchero con uno sbattitore elettrico. Nel frattempo far sciogliere a bagnomaria il burro con il cioccolato ( lasciare raffreddare ).

In un recipiente setacciate la farina con il lievito, unite un po’ alla volta al composto di uova e zucchero, alternando con il latte.

Ora potete aggiungere il burro e il cioccolato, mescolate bene.

Disponete il tutto nella apposita teglia da cupcakes, infornate a 160° per 20′.

Preparate il caffe! 😉

DSC_0120

Il risultato finale

Vanina Rodrigo

 

L’amore va oltre / El amor va màs allà

L’amore va oltre il giorno che ci indica il calendario.

L’amore è compressione tutto l’anno, ogni singolo minuto, secondo di vita passata insieme.

L’amore sono i momenti no, che di solito sono sempre di più dei si!

L’amore è risolvere i problemi insieme, studiare strategie per andare avanti nonostante lo sconforto .

L’amore è rubarsi le coperte e far finta di niente ( ogni riferimento è casuale ).

L’amore si abbuffa tutti i giorni, e non solo il 14 di febbraio!

L’amore è pretenzioso, è esigente e non li va di essere snobbato.

Poi però, se vogliamo una valida scusa per mangiare cioccolatini, far girare l’economia del fioraio ( io adoro i fiori, e mi li compro ogni volta ), oppure far vedere sui social la nostra felicità, allora San Valentino è la festa che fa per voi!

ec7d82ca2afa70c129ea4ada3eddb424.jpg

Immagine dal web ( si amo questo film )

El amor va màs allà de la fecha que nos indica el calendario.

El amor es compresiòn todo el año, cada sìngulo minuto, segundo de vida pasada juntos.

El amor resuelve problemas, estudia estrategias para ir adelante a en los momentos de desaliento.

El amor te roba las frazadas. ( cada referimiento es casual )

El amor cocina y come todo el año, no sòlo el 14 de febrero!

El amor es pretencioso, exigente y no le gusta ser ignorado.

Naturalmente si lo que queremos es tener una vàlida excusa para comer chocolate, aumentar la economìa del florista ( yo adoro las flores eh, y me las compro cada vez ) , o hacer ver en las redes sociales cuàn felices somos, entonces San Valentìn es la fiesta que hace al caso de ustedes!

Vanina Rodrigo

 

Bugie ripiene e non al forno ( Carnevale )

” Non conosco festa che non sia una buona scusa per mangiare “.

Prima però bisogna lavorare, pensare e mettersi a cucinare.

Il Carnevale è per eccellenza molto grasso e quindi anche molto pesante.

Ho ideato questa ricetta, pensando ai miei gusti personali, e riadattandola alla celebrazione.

Ingredienti:

370 g di farina integrale

2 uova

100 g di zucchero di canna

un bicchierino di grappa

200 ml. di latte

la scorza di una arancia

1/2 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

Confettura dal gusto desiderato ( per il ripieno )

zucchero a velo

Procedimento:

In un recipiente mischiare la farina con lo zucchero e il lievito.

Aggiungere dopo il bicchierino di grappa e le uova, lavorare con le fruste; incorporare man mano anche il latte e la scorza di arancia con un pizzico di sale.

Amalgamare bene.

Su una spianatoia tagliare a piccoli pezzi l’impasto e stendere, tagliare con una rotellina per i ravioli o la pizza.

Aggiungere piccole dosi di confettura

Cuocere a 180° per pochissimi minuti.

Spolverare con lo zucchero a velo.

Buon Carnevale a tutti!

DSC_0041 (2).JPG

Le mie bugie ripiene e non al forno

Vanina Rodrigo

 

Sulle pagine del libro / Sobre las pàginas del libro

La luce era calda quella sera

penetrava appena dalla finestra

semiaperta,

cadeva sulle pagine del libro

che avevo sulle ginocchia.

Forse un bagliore di luna

o una riunione di stelle.

Lo ignoravo.

Avrei finito di leggere il capitolo

e mi sarei lasciata cullare

fino ad addormentarmi.

1c7ef09da4ad598c7fc4a516b20e7ac1.gif

Immagine da Pinterest

La luz era calurosa aquella noche

penetraba apenas a travès de la ventana

semiabierta.

Caìa sobre las pàginas del libro

que tenìa sobre las rodillas,

quizàs era la luz de la luna

o una reuniòn de estrellas.

Lo ignorabo.

Iba a terminar de leer el capìtulo

dejàndome acunar

hasta que los ojos se cerraran.

Vanina Rodrigo

 

Polpettine di cavolfiore verde

Il tempo che passo in cucina è quello che impiego meglio.

Adoro prendere gli ingredienti dal frigo e districarmi nella creazione di qualche ricetta. La cucina vegetariana in particolare è quella che mi dà più soddisfazioni, si ottengono sempre piatti molto colorati!

La ricetta d’oggi è molto semplice, e ve la consiglio sia come portata principale che come stuzzichino , ottime sia calde che fredde! Ideali da accompagnare con salse a vostro piacimento 😉

Ingredienti:

1 cavolfiore verde

1/2 cipolla

1 uovo

1-2 cucchiai di prezzemolo tritato

1 sottiletta light

1 po’ di pane grattugiato ( se necessario )

parmigiano

sale

noce moscata

Procedimento:

Come prima cosa lessare il cavolfiore in acqua salata, non deve diventare completamente molle.

Passarlo nel robot da cucina insieme alla cipolla e il prezzemolo. Trasferire in una ciotola e aggiungere l’uovo, la sottiletta sminuzzata a strisce, il parmigiano, il pane nel caso ce ne fosse bisogno, sale e noce moscata a gusto.

 

Con l’aiuto di due cucchiai formate le vostre polpette.

Disporre le polpette su una teglia con la carta da forno.

Infornare a 180° per 30′ circa.

20180130_123459.jpg

Le mie polpette

Vanina Rodrigo

 

Tempo di neve / Tiempo de nieve

Era tempo di neve

anche se non la si vedeva

ancora cadere.

Il silenzio sovrastava ogni cosa.

In lontananza la quiete.

Solo il cane ogni tanto

chiedeva di uscire,

forse la percepiva anche lui.

Arrivava con passo lento,

quasi in modo invisibile.

Io, incollata alla finestra

come una bambina

desiderosa di vedere

i primi fiocchi

che da lì a qualche ora

avrebbero coperto tutto.

Era tempo di neve

e sarai rimasta lì ad attendere.

53cd29dd0146c9e00cf03a903510d594.jpg

Immagine da Pinterest

Era tiempo de nieve

aunque si todavìa

no se la veìa caer.

El silencio cubrìa

cada cosa.

A lo lejos reinaba

la tranquilidad.

Solo el perro

cada tanto pedìa de salir,

a lo mejor la percibìa tambièn èl.

Llegaba con paso lento,

yo pegada a la ventana

como una niña

deseando ver los primeros

copos

que de ahì a algunas horas

iban a cubrir todo.

Era tiempo de nieve

lo sentìa, y ahì me iba a quedar

a esperar.

Vanina Rodrigo