Porque no sabemos ser…

Hola amigos, vuelvo despuès de mucho tiempo, aunque si hice muchas cosas durante mi ausencia pero que nada tienen que ver con la escritura.

Hoy les dejo el texto de una canciòn de inspiraciòn sabinera que escribì el 13 de abril del 2018 en un gruppo whatsApp.

Espero que les guste y que alguien le ponga mùsica !

 

Yo no cuneto mis horas no quiero saber cuàntos dìas me quedan por recorrer, sòlo quiero vivir còmo me gusta antes de desistir.

Que sea feliz, que sea muy triste, que no sea còmo a los otros les gusta vivir.

Que no sea cobarde, tampoco muy fiel, ni una mentira tampoco està bien.

Con pasos muy lentos yo voy a llegar a esa verdad tan triste en medio de tanta ansiedad; donde la gente se preocupa màs de el que diràn que del bienestar de la sociedad..

Estribillo:

“Porque no sabemos ser lo que no nos enseñan, no tenemos coraje ni tampoco valor, sòlo un par de cuerdas, dos vasos de vino y las ganas de ir…”

Ir donde el viento nos lleva, nadie nos prueba y volar, volar màs allà.

Donde nadie nos toca, no hay incapacidad de creer en valores, valores de verdad.

“Porque no sabemos ser lo que no nos enseñan, no tenemos coraje ni tampoco valor, sòlo un par de cuerdas, dos vasos de vino y las ganas de ir…”

Y si la dignidad golpea a tu puerta, atrèvete y hazla entrar.

Vanina Rodrigo

Y no, no sè sonar la guitarra, pero venìa una linda foto 😉

 

 

E se ti dico caffè?

E se ti dico caffè a cosa pensi?

Non lascia stare il chicco, quello profumato che arriva da terre lontane, nei sacchi belli. Dimentica le foto delle coltivazioni. Non pensare nemmeno a macinarlo!

Io ti parlo del caffè ai tempi dei social.

Sì, perché i social ci hanno pure fregato il momento del caffè, che rappresentava una pausa, un piacere e magari due chiacchiere.

Però va beh, non farò la nostalgica, andiamo al sodo. E risaputo che ogni rete al suo caffè, insomma e così bisogna adattarsi.

Quindi ti do qualche dritta.

Se al mattino appena ti svegli per prima cosa apri Facebook, beh allora è abbastanza semplice, ti basta prendere una qualunque tazza e dare il ” buongiorno” con una frase carina, piena di ottimismo, gli aforisma vanno ancora alla grande e anche le varie pagine! 😉

Se invece decidi di lanciare un tweet, attenzione, poche parole, meglio se in inglese precedute dal hastag #coffee #drink #work ; in questo caso se proprio ci tieni alla immagine, meglio il bicchierino di carta, fa tanto persona che lavora e non ha tempo di fermarsi . Siate seri, mi raccomando.

Nel tuo blog ti puoi sbizzarrire, via libera a ciò che ti piace, ma ti consiglio: libro, caffè, matita, o computer, o macchina da scrivere; fa tanto vintage è il vintage va di moda!

Ora passiamo a instagram, e qua la cosa diventa difficile: lì ci sono le fashion blogger e con loro non puoi competere; sono fighe anche se indossano il sacco della spazzatura. Ma noterete che la foto più quotata dagli origini ad ora continua ad essere quella seduta per terra, viso rigorosamente nascosto, gambe nude, tazzina di caffè poggiata di fianco.

Ma se parliamo di food blogger e scatti food, qui sono cachi, avete perso in partenza: questo nicchia studia, cosa? Tutto: l’ambiente ( prevalentemente caldo ), l’atmosfera anche quello che non si vede ( si fa per dire, le lucine non mancano quasi mai! ), il testo ( didascalia ) che accompagnerà l’unica foto e la torta, quasi sempre al cioccolato. Non tutti la fanno da sé: le blogger sì, chi scatta no! Le comprano in pasticceria, il loro obiettivo e vendere il loro lavoro, non imparare a far le torte. Nella maggior parte di questi casi la tazzina è vintage inglese.

Prima o poi dovevo arrivare al re dei social per eccellenza, si parlo di Pinterest! Perché e da lì che tutti noi prendiamo ispirazione per fare qualunque cosa. Ecco qui esistono tutti i tipi di caffè del mondo e tutte le atmosfere, le torte che non avete mai neanche immaginato nelle vostre vite, le stelle di anice e tutta la composizione perfetta, come in un sogno uscito da una favola. Perché è lì che ci siamo tutti noi, con i nostri blog, le nostre ricette e naturalmente i nostri caffè! Le tazze per tutti gli altri social si trovano lì, punto.

Non mi sono scordata di ” Youtube”, io lo uso poco, perché non capisco molto, però una cosa è certa, lì il caffè lo devi raccontare a voce e bene, molto bene. Un youtuber ( non uno improvvisato ) studia molto. Normalmente il caffè lo beve in camera, dove ha il computer e tutta l’attrezzatura per i video, dietro si vede il letto, a volte disfatto, a meno che non si tratti di una influencer, lì vedrete tutto rosa, forse anche la tazzina e la scrivania piena di trucchi.

E infine arriviamo a Linkedin, dove l’immagine conta, ma di più ciò che farete credere, perché il vostro obiettivo e riuscire a prendere il caffè, forse con il vostro futuro datore di lavoro. Quindi che vi piaccia il caffè lungo, espresso, ristretto, macchiato: non ha importanza; perché voi state cercando il caffè che vi potrebbe cambiare la vita! Sono stata chiara?

Non mi dimenticavo di Tumblr, lì il caffè è animato, la pioggia stellare ci cadde sopra.

E poi c’è google + dove il caffè è per veri intellettuali, perciò foto con occhiali + tazza+libro va più che bene.

Altri social non utilizzo.

Spero di essere stata chiara e di non avervi confuso le idee.

E voi secondo quale social preferite il caffè?

a05cdbd4d0d9985eff31d1607a1d1a4b.jpg

Il caffè ha questa forma

Vanina Rodrigo

 

Ispirati a me…

Tutte quante abbiamo i nostri problemi, accompagnati da debolezze, rimpianti, voglia di fare e non sapere come.

Non è facile fare la mamma senza contare con aiuti esterni, ma non  per quello ti devi annullare come donna, anzi prendilo come una prova, l’ennesima alla quale la vita ti sottopone.

Ci sono giorni bui, che sembrano non finire mai, dove vorresti solo scappare lontano da tutti. Cammina, possibilmente da sola, perché riesci a pensare meglio, e senza accorgertene tornerai carica e anche rilassata.

Gioca come quando eri bambina e scoprirai che ti diverti ancora, crea, qualunque cosa, perché mantieni attivo il cervello, lo stimoli; la palestra per la mente è meno faticosa che quella per il corpo, e dà più soddisfazioni!

Trova il tempo per leggere, anche libri di cucina, scrivi a mano, perché fra qualche anno non saprai più scrivere è quindi neanche insegnare o correggere gli errori che tuo figlio farà alle elementari. Vi sembra una cosa esagerata? Provate a togliere il correttore dal telefono e dai vari programmi di scrittura dal computer.

Nei tempi dei social network tutto sembra virtuale, ma dietro c’è sempre una persona, una idea, dei valori, con dei problemi come i vostri o peggiori, cercate di conoscere quella che vi ispira.

Una botta di vita la chiamo io! Ne abbiamo bisogno tutti, ma le mamme ancora di più.

Prendete questa lunga pausa e arricchitevi: studiate, tirate fuori la parte nascosta di voi: quella che è sempre esistita, ma che la ignoravi. Ecco, è arrivato il momento di tirarla fuori, per voi prima di tutti, il resto si sistema da sé.

#ispiratiame 🙂

Vanina Rodrigo

 

Donna coi tacchi / Mujer con zapatos de tacos

Donna ogni giorno, con tutto il mio essere, con le mie lune storte, ma sempre pronta a vedere sorgere il sole.

Donna sempre di più, con il passare degli anni e i cambiamenti, che ho imparato ad affrontare e ad apprezzare.

Donna che ha donato vita, e vita ha perso.

Donna fragile, che si spezza facilmente e altrettanto velocemente si ricompone.

Perché quello siamo.

Metti insieme i pezzi del puzzle e vedrai: un viso, un corpo, una sposa, una casalinga; le lacrime, i sorrisi, i giochi; i fuochi d’artificio! ( nel bene, nel male ) 😉

Donna così, imprevedibile, autentica e  in piedi sopra un paio di tacchi naturalmente!

1419592811-heels-work

Immagine dal web

Mujer cada dìa, con todo mi ser, con mis lunas torcidas, pero siempre dispuesta a ver surgir el sol.

Mujer cada vez màs, con el pasar de los años, con el cuerpo que se transforma, con los cambiamentos, que he aprendido a aceptar y hasta apreciar.

Mujer que vida donò y vida perdiò.

Mujer fràgil, que se rompe fàcilmente y velozmente se recompone.

Porque eso somos.

Junta las piezas del rompecabezas y veràs una cara, un cuerpo, una esposa, una madre, una ama de casa; las làgrimas, las sonrisas y los juegos, los fuegos artificiales! ( en el bien y en el mal )

Mujer asì, impredecible, autèntica y parada arriba de un buen par de  zapatos de tacos naturalmente!

Vanina Rodrigo

 

Vent’anni fa / Veinte años atràs

Ci siamo dati la mano vent’anni fa, e da quel giorno ci teniamo stretti.

Abbiamo superato momenti bui e affrontato difficoltà, la vita non è sempre stata dalla nostra parte: le prove da superare erano dure, le assenze importanti, le perdite, gli affetti lontani.

Siamo lo stesso riusciti a creare la nostra famiglia, nostri figli, il tesoro più grande, il valore più importante; tutto il resto passa in secondo piano.

Siamo stati capaci di capirci in silenzio a volte, e urlando altre, quando era necessario.

Questo traguardo non è solo un numero nel calendario, rappresenta la nostra storia, i nostri passi da quando eravamo poco più che adolescenti.

Ci siamo regalati Roma per festeggiarlo, come nella nostra canzone, e ce la siamo meritata tutta!

Roma maestosa, imponente, meravigliosa.

Roma come noi, scolpita per bene in ogni angolo, ora ci appartiene, e la abbiamo resa testimone di onore di questo reciproco amore, e chi se la lascia sfuggire più!

Buon Anniversario a noi! ❤

20171216_220820.jpg

Noi a Fontana di Trevi

Nos dimos la mano veinte años atràs, y desde entonces no la soltamos màs.

Juntos superamos momentos oscuros y afrontamos difucultades, imprevistos; la vida no siempre estuvo de nuestro lado: las pruebas de superar fueron duras, las ausencias, las pèrdidas importantes, los afectos lejanos.

Igualmente logramos crear nuestra familia, nuestros hijos, el tesoro màs grande, el valor màs importante. Todo el resto pasa en segundo lugar.

Hemos sido capaces de entendernos en silencio a veces y gritando otras, cuando era necesario.

Este traguardo no es solo un nùmero en el calendario, representa nuestra historia, los primeros pasos que dimos, cuando eramos apenas algo màs que adolescentes.

Nos regalamos Roma para festejarlo, como en nuestra canciòn, y nos la merecìamos toda!

Roma imponente, suntuosa, maravillosa.

Roma como nosotros, esculpida en cada àngulo, ahora nos pertenece y la hicimos testigo de honor de èste amor recìproco, y quièn se la deja escapar?!

Feliz Aniversario a nosotros!

Vanina Rodrigo

 

Un pomeriggio di novembre / Una tarde de noviembre

Stavo dormendo e sentivo la pioggia. Avvolta nel mio caldo piumone ho aperto gli occhi per avere la conferma che quel suono rilassante fosse veramente l’acqua che scorreva.

Si, lo era, che meraviglia; novembre e le sue piogge improvvise !

Ancora un po’ dico fra me e me, resto ancora un po’, giusto il tempo di sgranchirmi per bene, di prendere coscienza che le cose belle capitano così, quando meno te li aspetti.

Mi alzo, scendo in cucina con passo lento per non farmi sentire, in fondo sono tutti dolcemente cullati, tutti tardano ancora il risveglio.

Inizio a preparare la  torta di mele, un po’ un classico in casa mia, una sicurezza, una coccola in giornate come queste, ho già infornato e attendo, tutti quanti ormai attendono.

Fra qualche istante il profumo sarà così intenso che neanche gli occasionali passanti della domenica resisteranno.

Tengo a bada l’orologio, piccole accortezze ed unica sola ricetta.

041545b81051ba49168c32f1adc31053

Immagine da Pinterest

Estoy durmiendo y siento la lluvia, toda tapada y bien calentita bajo mi frazada, abro los ojos como para recibir la conferma de aquel sonido relajante es de verdad el agua che corre.

Sì, lo es, que maravilla, noviembre y sus lluvias repentinas.

Todavìa un poco me digo dentro mìo, un ratito màs, justo el tiempo de estirarme bien, de tomar conciencia de que las cosas bellas suceden asì, cuando uno meno se las espera.

Me levanto y bajo a la cocina, con paso lento para no hacerme sentir; en fondo todos se dejaron dulcemente acunar, todos retrazan el momento de la veglia.

Empiezo a preparar la torta de manzanas, casi un clàsico en casa mia, una certeza, una caricia en dìas como èstos; la estoy horneando y espero, todos ya esperan.

Dentro de algunos instantes el aroma serà tan intenso que ni siquiera los pasantes ocasionales del domingo podràn resistir.

Tengo de ojo el reloj; pocos detalles en una ùnica sola receta.

Vanina Rodrigo

 

I sogni non hanno età / Los sueños no tienen edad

Svegliati alla mattina con qualche proposito e la voglia di fare.

Non importa quale sia la tua passione: coltivala.

Afferrati a lei e non lasciarla andare, sarà chi ti sosterrà nei momenti difficili e di sconforto.

Non badare a chi ti vuole annullare.

Impegnati in quello che fai, non importa se il risultato tarda in arrivare, o se addirittura non arriverà mai!

La meta è la ” crescita personale ” in quel campo specifico a cui tu dedichi tempo, ricerca, curiosità.

Non se ne esce mai perdenti dalle cose che ci piacciono, semplicemente perché ci arricchiscono.

Studia sempre di più, la conoscenza è infinita.

Niente è facile, non esiste né il sicuro, né il per sempre.

Siamo solo noi: con il nostro cervello, le nostre mani, e le nostre gambe; e naturalmente i nostri sogni.

Sii padrone del tuo mondo, solo così riuscirai a mantenerlo in piedi.

0bb5c8e7e9f8ed16b676062a09f795c7.jpg

Immagine da Pinterest

Despièrtate por la mañana con algùn propòsito y con ganas de hacer.

No importa cuàl sea tu pasiòn: cultivala.

Afèrrate a ella y no la dejes andar; serà quièn te sostendrà en los momentos dìficiles y de desconcierto.

No bades a quièn te quiere anular.

Empèñate en lo que haces, no importa si el resultado tarda en llegar; o si es màs piensas que nunca llegarà.

La meta es el ” crecimiento personal ” en el campo especìfico al cuàl dedicas tanto tiempo, esfuerzo, curiosidad.

No se sale perdedores de las cosas que nos gustan.

Estudia siempre un poco màs, el conocimiento es infinito.

Nada es fàcil, ni seguro, ni para siempre.

Somos sòlo nosotros: con nuestro cerebro, manos y piernas, y naturalmente nuestros sueños.

Sè el patròn de tu mundo, solo asì lograràs mantenerlo de pie.

Vanina Rodrigo

 

Blogging

E che è una fatica immensa stare dietro a tutto da sola, senza appoggi.

E voi vi starete chiedendo: stare dietro ad un blog è impegnativo?

Si, e anche molto! Quando si lavora per sé stessi ci si sforza di più, e se non mi credete chiedetelo a chiunque lo faccia per conto proprio.

Io scrivo poesie e racconti brevi nel mio piccolo blog, e di certo non mi piovono dal cielo, e tanto meno vado a copiarli.

A volte sono ispirata e riuscirei a scrivere tutto il giorno, altre invece sono esausta o stressata o demotivata, e potrei passare l’intera giornata a fissare il blocco notes che so già rimarrà in bianco.

Agosto è il mese in cui i blogger si assentano di più: alcuni sono al mare, altri in montagna, altri ancora appendono il cartellino “ chiuso per ferie “, tanti saluti, ci si rivede a settembre ( o dovrei dire ci si racconta, ci si legge ).

Io non chiudo mai, e sono tristemente a casa in questo periodo. No, non mi sto lamentando, fortunatamente abbiamo una piscina!

Con questo voglio solo dire che succede d’avere dei buchi, dei momenti bianchi che solo al Polo Nord.

Però facciamo chiarezza: non ho uno stipendio da blogger; tutto quello che voi leggete qui è gratis, vi possono piacere o meno i miei scritti, dovete solo sapere che dietro di loro c’è una notte insonne, o un momento di arrabbiatura, o una emozione o addirittura la morte di qualcuno.

Sono sempre stata più per la parola scritta che parlata.

E quindi chiedo rispetto, capisco che chi non se ne occupa di blogging possa pensare che questo è solo un altro modo di guadagnare denaro facile; invece mi spiace deludervi: non è così.

Dopo la pubblicazione di un post o un articolo ne segue la sua promozione in ogni canale social che vi potete immaginare, e non avete la ben più minima idea di quanti sono e di quanto tempo richiede.

Arrivo al dunque: Vanina Rodrigo sono io e anche il blog si chiama così, e credetemi: anche quando non mi leggete, io sto producendo, o pensando cosa scriverò nei giorni a seguire.

Non amo pubblicare tanto per creare contenuto o traffico, le statistiche non mi interessano un granché.

Detto questo rilassatevi che agosto passa in fretta e poi rimpiangerete il caldo torrido di questi giorni.

A quelli che durante le ore del loro lavoro stipendiato da qualcuno/a trovano il tempo di giudicare ciò che faccio io ( dalla cucina di casa mia ), o gli altri blogger o influencer , usando a volte anche la cattiveria, vi do un consiglio: PROVATECI anche voi!

Credo fortemente nel potere del web.

Intanto sto leggendo un libro di marketing, ho finito la prima parte del mio corso di cucito, cucino tutti i giorni, mi occupo della mia famiglia, pulisco casa, pubblico sui social, tutto quanto a costo zero, zero per le mie tasche si intende, la cosa importante è che lo faccio divertendome .

Divertitevi ogni tanto, fa bene al cuore.

bella_scrittura

Immagine dal web

Es que es una fatiga inmensa estar detràs de todo sola, sin apoyo.

Y ustedes se estaràn preguntando: estar detràs de un blog requiere esfuerzo?

La respuesta es sì, y muchìsimo. Cuando se trabaja para uno mismo, el empeño es mucho mayor de lo normal. No me creen? Pregunten a cualquiera que lo haga per cuenta propia.

Yo escribo poesìas y relatos breves, y no me llueven del cielo, y de cierto no los voy a copiar por ahì.

A veces me siento tan inspirada que podrìa escribir todo el dìa, pero hay momentos en los que me siento exausta, o demotivada y hasta estresada, y podrìa mirar el cuaderno de apuntes por horas y sè ya que quedarìa en blanco.

Agosto es el mes en el que la mayor parte de los blogueros se ausenta: algunos estàn en el mar, otros en la montaña y otros se limitan a colgar el cartelito ” cerrado por vacaciones”, saludos, nos vemos en septiembre.

Yo no cierro nunca, y estoy siempre tristemente en casa. No, no me estoy lamentando, afortunadamente tenemos una piscina!

Con todo èsto quiero solo decir que sucede de tener huecos, momentos blancos que solo al Polo Nord.

Ahora aclaremos una cosa: no cobro un sueldo de bloguera, todo lo que usteden leen acà es gratis , les pueden agradar o menos mis escritos; deben solo saber que atràs de cada uno de ellos hay momentos de enfadadura, emociones y hasta la muerte de alguien; sentimientos que cada uno exprime como puede.

Siempre me gustò màs la palabra escrita que hablada.

Por lo tanto pido respeto, entiendo perfectamente que quièn no se ocupa de blogging pueda pensar que èsta es otra manera de ganar dinero fàcil; en cambio me toca desilucionarlos porque no es asì!

Luego de la publicaciòn de un artìculo sigue su promociòn en cada plataforma social, y no tienen la màs mìnima idea de cuàntas son!

Ahora llego al punto: Vanina Rodrigo soy yo y tambièn mi pequeño blog se llama asì, y creanmè que aunque cuando no me leen estoy produciendo, o pensando que escribirè en los dìas a seguir.

No amo publicar tanto como para crear contenido o tràfico, las estatìsticas no me interesan muchìsimo.

Ahora que les he dicho èsto relajense que agosto pasa ràpido y van a extrañar el calor pegajoso de èstos dìas.

A aquellos que durante sus horas de trabajo remunerado por alguien encuentran el tiempo de juzgar lo que hago yo y otras personas como blogger o influencer , usando a veces hasta la maldad, les dejo un consejo: PRUEBEN ustedes tambièn!

Por el momento estoy leyendo un libro que trata de marketing, terminè la primer parte de mi curso de costura, cocino todos los dìas, me ocupo de mi familia, limpio la casa, publico en las redes sociales; todo a costo cero, cero para mis bolsillos se entiende, y lo hago divirtièndome.

Divièrtanse cada tanto, hace bien al corazòn.

Vanina Rodrigo

 

Gli occhi / Los ojos

Non esiste niente di più sincero a questo mondo, che uno sguardo pulito.

Molte volte mentre ti vai costruendo la tua strada, con sacrificio e determinazione, inizi a dar fastidio.

E allora i tuoi occhi ti difendono: parlano per te, sorridono per te, e urlano forte e chiaro: ” NON VI TEMO “.

Sono belli e pochi gli occhi che si lasciano guardare senza timori di essere rivelatori; sono rari e al contempo pieni di mistero e meraviglia.

Intensi, capaci di catturare la attenzione dei loro simili. Unici.

Sono anima.

E tu hai il coraggio di farti guardare dentro?

8aa6275bc824061d3fcfbb2bf6219b8a

Immagine da Pinterest

No existe nada de màs sincero a èste mundo, que una mirada limpia.

Muchas veces, mientras te vas construyendo tu camino, con sacrificio y determinaciòn, empiezas a dar fastidio.

Y entonces tus ojos te defienden y hablan por vos, y sonrìen por vos, y gritan fuerte y claro: ” NO LOS TEMO “.

Son bellos y pocos los ojos que se dejan mirar, sin miedo de resultar reveladores; son raros y al mismo tiempo llenos de misterio y maravilla.

Intensos, capaces de capturar la atenciòn de los propios similes. Unicos.

Son ànima.

Y tù tienes el coraje suficiente de dejarte mirar adentro?

Vanina Rodrigo

 

 

Maturità / Madurez

E’ segno di maturità

non ascoltare il rumore della

gente meschina.

Sentire meno vergogna o nessuna.

Perdonare senza dimenticare

completamente il male.

Desiderare ardentemente il corpo

di un’altra persona.

Ridere di gusto, e farsi belli

senza motivo.

Fare qualche pazzia.

Ragionare, però non troppo.

E’ segno di maturità dire

ciò che si pensa in faccia.

Ricordare meno il passato

e vivere di più il presente.

Concedersi al paesaggio.

Avere meno religione

e più cuore.

Vivere più rilassati.

E’ segno di maturità

sapere perfettamente

che ti amo e che mi ami.

0caa3471eb8a7093e32dea20c4e69ab9

Immagine da Pinterest

Es ìndice de madurez

no escuchar el barullo

de la gente mezquina.

Sentir poca verguenza o ninguna.

Perdonar, sin olvidar

completamente el mal.

Desear ardientemente el cuerpo

de otra persona.

Reìr de gusto y ponerse bonitos

por nada.

Actuar con locura.

Razonar, pero no demasiado.

Es ìndice de madurez decir lo

que se piensa en la cara.

Recordar menos el pasado

y vivir màs el presente.

Concedersi al paisaje.

Tener menos religiòn

y màs corazòn.

Vivir màs relajados.

Es ìndice de madurez saber perfectamente

que te quiero y que me quieres.

Vanina Rodrigo