Maturità / Madurez

E’ segno di maturità

non ascoltare il rumore della

gente meschina.

Sentire meno vergogna o nessuna.

Perdonare senza dimenticare

completamente il male.

Desiderare ardentemente il corpo

di un’altra persona.

Ridere di gusto, e farsi belli

senza motivo.

Fare qualche pazzia.

Ragionare, però non troppo.

E’ segno di maturità dire

ciò che si pensa in faccia.

Ricordare meno il passato

e vivere di più il presente.

Concedersi al paesaggio.

Avere meno religione

e più cuore.

Vivere più rilassati.

E’ segno di maturità

sapere perfettamente

che ti amo e che mi ami.

0caa3471eb8a7093e32dea20c4e69ab9

Immagine da Pinterest

Es ìndice de madurez

no escuchar el barullo

de la gente mezquina.

Sentir poca verguenza o ninguna.

Perdonar, sin olvidar

completamente el mal.

Desear ardientemente el cuerpo

de otra persona.

Reìr de gusto y ponerse bonitos

por nada.

Actuar con locura.

Razonar, pero no demasiado.

Es ìndice de madurez decir lo

que se piensa en la cara.

Recordar menos el pasado

y vivir màs el presente.

Concedersi al paisaje.

Tener menos religiòn

y màs corazòn.

Vivir màs relajados.

Es ìndice de madurez saber perfectamente

que te quiero y que me quieres.

Vanina Rodrigo

 

 

Amélie Nothomb

” Quando si ha fame, anche una crosta di pane diventa appetitosa “. ( Amélie Nothomb )

Ne avevo sempre sentito parlare molto bene, e non si sbagliavano.

Nel suo libro ” Stupori e Tremori ” Amélie ci fa viaggiare in Giappone e ci racconta una realtà lavorativa molto dura, che non ammette errori.

Dove per far carriera anzi che salire un gradino alla volta, devi scendere fino a sbattere la faccia contro il pavimento.

La umiliazione è il prezzo da pagare in un paese dove sei nata, ma non è il tuo, e tu puoi solo resistere.

Ce la farà un occidentale?

” Finché esisteranno finestre, l’essere umano più umile della terra avrà la sua libertà ” ( A. N )

1508606_10151824426253176_725549582_n

” Cuando hay hambre, hasta un crosta de pan nos suele parecer rica “. ( Amélie Nothomb )

Habìa siempre escuchado hablar muy bien de èsta autora y no se equivocaban.

En su libro: ” Estupor y Temblores “, Amélie nos hace viajar a Japòn y nos cuenta de una realidad laboral muy dura y que no admite errores.

Donde para hacer carrera, no basta subir un escalòn por vez, antes es necesario bajar, hasta chocar la cara contro el piso si es necesario.

La humillaciòn es el precio de pagar en un paìs donde naciste, pero que ya no es el tuyo, y la obligaciòn es resistir.

Lo lograrà una occidental?

” Mientras existan ventanas, hasta el ser humano màs humilde de la tierra tendrà su libertad “. ( A. N )

Amélie Nothomb: Scrittrice belga di lingua francese, figlia di un diplomàtico, è nata a kobe in Giappone, nel 1967.

cooltext1922558938